AgenParl: “Malan (FI): Ora è evidente che non possiamo diventare un Giano bifronte”

“Sono innumerevoli lati oscuri che caratterizzano alcune operazioni della nostra Intelligence in riferimento alle operazioni all’estero per il rilascio di nostri connazionali sequestrati. Preoccupa e non poco la ricostruzione che il ‘Guardian’ ha fatto del rilascio di Bruno Pellizzari e della moglie Debora Calitz: un documento riservato dell’AISE parla del pagamento di un riscatto da parte delle autorità italiane ma, fino ad oggi, a casa nostra ci avevano raccontato che era stato tutto merito di un blitz delle forze somale e che non c’era stato bisogno di pagare. Ora, è evidente che non possiamo diventare un Giano bifronte: o il giornale britannico ha montato tutto ad arte, ma il documento dell’AISE parla chiaro, oppure chi ha la responsabilità della nostra Intelligence ha mentito.

Spetta all’autorità delegata per la sicurezza del nostro Paese, cioè il sottosegretario Minniti, fare chiarezza su questa vicenda davanti al Parlamento: presentarsi davanti alle Camere è un atto dovuto. Di fronte al Parlamento Minniti spieghi e chiarisca anche tutto quello che non torna sul sequestro di Vanessa e Greta”.

Torna in alto