NAPOLITANO. MALAN (PdL): PARLAMENTO TORNI AD ASSUMERE INIZIATIVA CON SUOI DDL

“Il messaggio del Presidente Napolitano sugli emendamenti ai decreti legge è conseguenza obbligata della recente sentenza della Corte Costituzionale, che si può discutere ma non si può non applicare. Da un lato, anche il Governo dovrà limitare l’eccesso di decreti legge, a fronte di un impegno, prima a livello politico e poi a livello di regolamenti parlamentari, ad…

IMMIGRAZIONE. MALAN (PdL): SIGNORI MINISTRI, LE LEGGI LE FA IL PARLAMENTO

“I Ministri Cancellieri e Riccardi dovrebbero ricordare che la Costituzione, che hanno poche settimane fa giurato di osservare lealmente, assegna la funzione legislativa a Senato e Camera che hanno votato, non molti mesi, fa la tassa sui permessi di soggiorno. Non risulta che sia cambiata la composizione di questa assemblee, né che i parlamentari che…

GOVERNO. MALAN (PdL): URGONO SMENTITE, MERKEL PENSI A STATUTO BCE

“Sulla presunta telefonata della cancelliera Merkel per esigere il cambio di Governo in Italia, urgono smentite anche da Berlino. Non sarebbe accettabile qualcosa di diverso. Indipendentemente dalla telefonata, la signora Merkel dovrebbe invece lavorare a favore dell’economia europea, dando il via libera al cambiamento dello Statuto della BCE che, oggi, mette tutti i Paesi dell’eurozona…

RIFORME. MALAN (PdL): PDL E LEGA HANNO DIFESO SOVRANITÀ NAZIONE

“Il Senato ha approvato l’ordine del giorno presentato dall’ex Ministro Calderoli che <<impegna il Governo a difendere la sovranità della Nazione e a coinvolgere il Parlamento e il Popolo nel caso in cui la stessa venga messa in discussione>>. È però sorprendente che il documento sia stato approvato, dopo un appassionato intervento di Maurizio Gasparri,…

RIFORME ISTITUZIONALI. MALAN (PdL): VOGLIAMO MENO PARLAMENTARI E CAMERE EFFICIENTI

“Rassicuro il senatore Enzo Bianco: il Popolo delle Libertà vuole la riduzione del numero dei parlamentari. E, poiché vogliamo fare cose serie, vogliamo anche rendere più efficienti Camera e Senato, riducendo al minimo il fenomeno della navetta, e rafforzare i poteri del Governo. Non sarebbe serio fare un’operazione puramente mediatica, risparmiando tutt’al più 150 milioni…

“INDIGNATI”. MALAN (PdL): SI INDIGNINO CON I VIOLENTI E LI FACCIANO ARRESTARE

“Si ripete lo squallido copione che vediamo da decenni in quasi tutte le grandi manifestazioni della Sinistra: la violenza <<pacifista>> dilaga, si parla di infiltrati, ma nessuno denuncia i violenti, che in moltissimi hanno certamente visto perché sfilano insieme a loro. La contrarietà alla violenza si manifesta così, se no è solo una indegna ipocrisia…

“FALCE E CARRELLO”. MALAN (PdL): DA VESTALI LIBERTÀ STAMPA SILENZIO ASSORDANTE

La Magistratura dispone la distruzione del libro: vicenda inquietante “Spero che le vestali della libertà di stampa quando si parla di pubblicare intercettazioni illegalmente diffuse se ne ricordino anche in questo caso. Se una cosa di questo genere avesse riguardato un autore di Sinistra, avremmo avuto cortei, mobilitazioni e grida al Pinochet. Invece, poichè la…

INTERCETTAZIONI. MALAN (PdL): HANNO UCCISO ART. 15 COSTITUZIONE

“Dalla pubblicazione di queste migliaia di intercettazioni una cosa emerge chiara: hanno ucciso l’articolo 15 della Costituzione: <<La libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili>>. Il diritto costituzionale alla segretezza della corrispondenza era già compromesso dalla sistematica violazione dell’articolo 68, che prevede che un parlamentare non possa essere…

COCER GdF. MALAN (PdL): CROSETTO HA DIRITTO DI ESPRIMERE OPINIONI POLITICHE

“L’intervento del Cocer della Guardia di Finanza contro il sottosegretario Guido Crosetto è probabilmente andato al di là delle intenzioni. Un parlamentare ha diritto di esprimere le proprie opinioni su come vada gestita una importante branca dello Stato. Ricordo che, nel 1989, la riforma del Codice di procedura penale ha sottratto a Polizia e Carabinieri l’iniziativa su indagini,…

SENTENZA MONDADORI. MALAN (PdL): DE BENEDETTI SEMPRE “FORTUNATO” CON LA GIUSTIZIA

“La sentenza di Milano conferma che Carlo De Benedetti è assai fortunato in materia di giustizia. Oggi vince una somma netta equivalente a quattromila anni di indennità parlamentare lorda, e superiore al valore delle quote di Fininvest. Negli anni ’90, ammise lui stesso di aver pagato tangenti a politici per 10 miliardi e finì assolto o prescritto…