LEGGE ELETTORALE. MALAN (FI): FRANCESCHINI CAMPIONE DI INCOERENZA

“Nella sua intervista a Sky TG 24, Dario Franceschini si dimostra un campione di incoerenza nell’attribuire alla legge elettorale l’impossibilità dell’Unione di governare al Senato. In realtà, la prima causa è che l’Unione al Senato ha perso, prendendo 250mila voti meno della CdL, e dunque non può continuare a pretendere dalla legge ciò che i…

OLIMPIADI CINA. MALAN (FI): BOICOTTAGGIO IMPOSSIBILE, INDIFFERENZA INACCETTABILE

“Fin dal 10 maggio scorso ho depositato al Senato una proposta sulle Olimpiadi che non consiste nel boicottaggio – probabilmente impossibile da ottenere – ma rifiuta l’indifferenza, inaccettabile, di fronte alla gravità delle violazioni dei diritti umani perpetrati da Pechino direttamente o indirettamente, a volte proprio in connessione e col pretesto delle Olimpiadi. Non partecipare…

LEGGE ELETTORALE. MALAN (FI): A ELETTORI PD PIACE IL PORCELLUM

“La buona affluenza vantata da Prodi&C dimostra il gradimento dei sostenitori del centrosinistra per il sistema che i loro dirigenti definiscono <<Porcellum>>. Le liste bloccate e il proporzionale che consente a parecchie liste di sostenere lo stesso leader sono identiche alle norme della legge Calderoli. Purtroppo, le soglie di sbarramento, diverse da collegio a collegio…

LEGGE ELETTORALE. MALAN (FI): PORCELLUM PRETESTO PER RITARDARE LE ELEZIONI

“Lo stato confusionale a Sinistra è davvero pesante. Vogliono resuscitare il Mattarellum, ma per le primarie del Partito Democratico scelgono la legge Calderoli che loro chiamano <<Porcellum>>, con tanto di liste bloccate e soglie di sbarramento multiplo. In realtà, anche loro amano la legge in vigore. Quel che non amano sono le elezioni che li…

LEGGE ELETTORALE. MALAN (FI): SORPRESA! PER LE PRIMARIE, IL PD USA IL PORCELLUM

“Sorpresa! Dopo averne detto ogni male possibile, il Partito Democratico ha adottato una versione peggiorativa della legge 270 del 2005 per le elezioni della sua assemblea costituente. Per intendersi, usano la legge promossa da Calderoli che loro chiamano <<Porcellum>>. Mi complimento per la scelta perché si tratta di un’ottima legge, ma mi complimento anche per…

RIFORMA LEGGE ELETTORALE. MALAN (FI): PER SINISTRA, “GERMANIA O SPAGNA PURCHÉ SI RI-MAGNA”

“A Sinistra, sulla presunta necessità della riforma elettorale, regna la confusione totale. A uno piace il sistema tedesco, a un altro quello spagnolo, le proposte vagamente esterofile fioccano. In realtà sono tutte scuse per tirare a lungo e rimandare lo spettro delle elezioni. Verrebbe da dire: <<Germania o Spagna purché si ri-magna>>. Nel frattempo il Partito…

RIFORME ISTITUZIONALI. MALAN (FI): A RIDURRE PARLAMENTARI SINISTRA PENSERANNO GLI ELETTORI

“La messinscena della Sinistra sulla riduzione dei parlamentari è ridicola. Bastava che l’anno scorso non avessero fatto una campagna di falsità sulla nostra riforma costituzionale, approvata in Parlamento dopo che gli altri ci avevano inutilmente provato per vent’anni, e la riduzione sarebbe già stata realtà. Il fatto è che noi abbiamo votato la riduzione per davvero,…

OLIMPIADI CINA. MALAN (FI): REGIME FA SOLO MAQUILLAGE, PER MERITARE GIOCHI SERVE BEN ALTRO

“Non è la prima volta che il regime cinese fa annunci di facciata sul tema dei diritti umani. Nel frattempo, oltre alle esecuzioni ordinarie, vanno avanti quelle delle campagne <<strike hard>> – operazioni propagandistiche contro la corruzione, la droga o altro, durante le quali le esecuzioni avvengono con processi sommari al di fuori delle strutture…

LIBERTÀ DI STAMPA. MALAN (FI): CdA RAI COME CORAZZATA POTEMKIN

“La Sinistra, quando è al Governo la CdL, pretende un CdA RAI controllato dall’Opposizione. Ora, che è al Govern,o ne fa una sua appendice. Adesso che il CdA RAI è diventato la corazzata Potemkin, speriamo almeno che ai telespettatori sia risparmiato il dibattito al termine del cineforum di fantozziana memoria. Il presidente Petruccioli dovrebbe avere…

SCUOLA. MALAN (FI): DA GOVERNO SOLO SPOT, DOMINA ANCORA IL ‘68

“Il decreto del Governo sulla scuola, fatto nel consueto disprezzo del Parlamento, è un piccolo spot efficientista, di nessuna utilità. Il problema della scuola, come ha capito Sarkozy, sono le incrostazioni burocratico-sessantottine che mettono al centro non l’alunno e il suo apprendimento, ma il sindacato ideologizzato e il pedagogismo nemico del sapere e del riconoscimento del merito.…