PAR CONDICIO. MALAN (FI): NOSTRA PROPOSTA È LA LEGGE DEL GOVERNO CIAMPI

“L’Onorevole Giulietti, visto che è portavoce dell’associazione ‘Articolo 21’, potrebbe fare la fatica di leggere l’articolo della Costituzione al quale credevo si ispirasse. Scoprirebbe che dice <<Tutti hanno diritto di di manifestare liberamente il proprio pensiero, con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione>>. Non c’è scritto <<tutti quelli che Giulietti autorizza>>,…

SINISTRA. MALAN (FI): A 40 ANNI DALLA MORTE DI TOGLIATTI, FASSINO ANCORA ME PARLA COME DI UN ESEMPIO

“E’ agghiacciante il modo in cui Fassino tratta, a 40 anni dalla morte, <<la lezione di Togliatti>>. Due parole di condanna sulla <<diffidenza verso Krusciov e la destalinizzazione, e l’atteggiamento sull’Ungheria>> e solo perché incalzato dall’intervistatore, e poi via con un bel panegirico perché ‘il Migliore’, bontà sua, non ha fatto come in Grecia –…

REALACCI. MALAN (FI): SINISTRA ANTI-ITALIANA DICE A BLAIR COSA DOVREBBE FARE

“La Sinistra non perde occasione per mostrare la sua totale immaturità politica e la sua posizione anti-italiana nel panorama internazionale. Oggi, contro ogni senso di dignità nazionale e di correttezza verso un grande leader straniero, Ermete Realacci chiede al Premier Tony Blair di non venire a trovare il Presidente del Consiglio in Sardegna. Insomma, la…

PAR CONDICIO. MALAN (FI): SINISTRA GROTTESCA

“È grottesco che Pierluigi Castagnetti, che fu tra i protagonisti dell’approvazione a colpi di Maggioranza della legge-bavaglio detta par condicio, definisca eversiva la possibilità che la CdL voglia cambiare quella stessa legge ma in senso liberale. È straordinario come il capogruppo della Margherita ha assorbito il disprezzo leninista per la verità. Anche Gianni Cuperlo non…

COMUNICAZIONE ELETTORALE. MALAN (FI): RIZZO LEGGA LEGGI ITALIANE, NON CUBANE

“L’On. Marco Rizzo evidentemente non ha dimestichezza con le leggi italiane, poiché – com’è noto – preferisce le leggi cubane che vietano tutti i partiti tranne quello comunista. In Italia, invece, è perfettamente lecito a una forza politica fare quindici milioni di invii elettorali a tariffa agevolata. Basta leggere gli articoli 17 e 20 della…

SINISTRA. MALAN (FI): IL LINGUAGGIO VIOLENTO LEGITTIMA IL COMPORTAMENTO VIOLENTO

“Pierluigi Bersani dice: <<Noi dobbiamo mettere le dita negli occhi agli Schifani, ai Tajani, ai Bondi>>. Parole brutali, disgustose e ben degne di questi protagonisti della Sinistra, che non fanno che parlare di pace per meschini fini elettorali coltivando però l’odio nei loro cuori e cercando di suscitarlo negli altri. Come dice Sandro Bondi, che…

RIFORMA MORATTI. MALAN (FI): SINISTRA DIFENDE PRIVILEGI

“La Sinistra continua a usare la solita arma della menzogna. Fingendo che nella scuola che ci hanno lasciato in eredità vada tutto bene, diffondono menzogne sulle riforme di oggi. Ma li conoscono i numeri delle bocciature e degli abbandoni? Ma lo sanno che solo uno su quattro degli studenti che si iscrivono all’università si laurea?…

PAR CONDICIO. MALAN (FI): SINISTRA CHIAMA “CENSURA” LA PROPRIA LEGGE

“Pecoraro Scanio, l’Usigrai e il resto di questa Sinistra che sa solo mentire hanno la spudoratezza di chiamare censura l’applicazione di quella par condicio che hanno ferocemente e pervicacemente voluto e votato, nonostante la nostra strenua opposizione e le nostre dimostrazioni. Pecoraro, che vuole <<denunciare a livello internazionale>> eventuali tagli al concerto dei sindacati di…

ULIVO. MALAN (FI): DI PIETRO? CERTO, SOPRATTUTTO PER MANI PULITE

“Prodi, sfruttando – come ormai fa ogni giorno – il suo ruolo europeo per la campagna elettorale è avaro di lodi nei confronti di Di Pietro, definendolo prezioso per il successo dell’Ulivo. In realtà, l’apporto di Di Pietro ai tempi di ‘Mani Pulite’ è stato decisivo: se avesse trattato Prodi e il PCI-PDS-DS come ha…

LIBERTÀ DI STAMPA. MALAN (FI): DA FURIO COLOMBO, SOLO ODIO MISERABILE E MENZOGNE

“L’editoriale odierno di Furio Colombo non è che la conferma del livello di efferatezza raggiunto dalla peggiore Sinistra, che è purtroppo quella oggi prevalente in Italia. L’odio e la totale mancanza di rispetto per le persone e per la verità sono il combustibile del direttore dell’Unità il quale, in aggiunta agli ormai consueti insulti a…