Minori sottratti alle famiglie, Il Tempo. “Finalmente Sofia è tornata a casa dalla madre”

Sofia è ritornata a casa». È con immensa gioia che lo comunicano il senatore Lucio Malan e l`avv. Catia Pichierri, rispettivamente presidente e responsabile dell` ufficio legislativo dell`associazione Rete Sociale. Sofia (nome di fantasia) viveva a Ladispoli ed era stata allontanata dalla madre a fine giugno, un provvedimento scattato perché aveva la pediculosi ed era stata assente da scuola per 27 giorni. Il 27 luglio c`era stata una manifestazione a Roma presso il ministero della Giustizia e una a Sofia, in Bulgaria, in favore della minore, che ha doppia cittadinanza. Ora finalmente la bambina, ingiustamente allontanata dalla mamma per mano dei servizi sociali, ha finalmente fatto rientro a casa. E stato infatti riconosciuto che il luogo a lei più idoneo per crescere serenamente è l`abitazione materna. Il tribunale ha altresi disposto un sostegno psicologico per la minore necessario per elaborare quanto alla stessa accaduto e di cui, a distanza di un anno e mezzo, non si sa dare alcuna spiegazione. «Ho dovuto uscire in ciabatte quel giorno…c`erano i carabinieri», ha raccontato Sofia all`esperto nominato dal tribunale ordinario, spiegando come fosse immensamente triste per l`allontanamento. Esprime la sua soddisfazione il senatore Malan che ad agosto si era recato a Ladisp oli nella struttura dove era trattenuta Sofia e che sull`argomento ha anche presentato una interrogazione: «Una delle cose più belle, forse la più bella del mio mandato al Senato».

 

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email