DDL OMOFOBIA. MALAN (PdL): TESTO CONTRO FAMIGLIA E LIBERTÀ RELIGIOSA

“Le dimissioni del relatore Antonio Leone, che pure si era spinto molto in là nel cercare un’intesa, dimostrano che la mediazione non è possibile. Se – come fa il testo attuale – con il pretesto del contrasto alla discriminazione e alla violenza si vuole impedire la difesa della famiglia come definita dalla Costituzione, se si vuole proibire a dei credenti di dire che certi comportamenti sono peccati, non ci possono essere mediazioni con un movimento come il nostro che ha la libertà nel nome e nel cuore”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email