AgenParl: “Sen. Malan: UNAR scandaloso”

“La lettera di censura del direttore dell’UNAR all’onorevole Giorgia Meloni è un grottesco caso di censura, un’enormità di cui probabilmente il direttore De Giorgi non si rende conto. Il che è ancora più inquietante per chi è a capo di un ufficio che agisce in nome e a spese del popolo Italiano. Condivido parte del ragionamento di Giorgia Meloni m,a se anche fossi del tutto contrario, non potrei accettare che un autorità dello Stato tenda a limitare la libertà di espressione di un cittadino. Proporre criteri di selezione degli immigrati è del tutto lecito, e avviene in tutti i Paesi. Così come è lecito valutare il grado di integrazione dei nuovi arrivati e, poiché non si può pensare a criteri individuali per persone che ci sono del tutto sconosciute, la distinzione può ben essere proposta per provenienza.

Chiederò che sia reso noto il contenuto delle altre lettere che l’UNAR invia, per capire se la censura è prassi consueta. Questo ufficio, che già agisce fuori dalla legge quando si occupa di omofobia – e, per di più, lo fa con un approccio ideologico gender – vediamo che fa un pessimo lavoro anche nell’ambito delle sue competenze. De Giorgi va immediatamente destituito e la linea drasticamente cambiata”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email