DECRETO SANITÀ. MALAN (PdL): GOVERNO SA CHE CI SONO ANCHE DDL?

“Leggendo la bozza del decreto del ministro Balduzzi, contenente le più svariate norme, anche palesemente non urgenti, viene da chiedersi se a Palazzo Chigi ci si ricorda ancora che esistono anche i disegni di legge e che, secondo la Costituzione – che i membri del Governo hanno giurato di osservare – il decreto legge può essere adottato solo in caso di straordinaria necessità e urgenza. La regola sembra invece essere che ogni ministro ha diritto a farne uno suo.

È straordinariamente necessario ed urgente far spendere dei soldi alle aziende sanitarie per approntare locali e attrezzature destinati all’attività intramuraria, che oggi sono a carico dei medici? O la “promozione di corretti stili di vita” a furia di ulteriori tasse, in un articolo dove si mettono insieme le aranciate, il gioco d’azzardo e il fumo?

Spero che il Consiglio dei ministri legga bene il testo, e sappia distinguere, alla luce della Costituzione, cosa si può fare per decreto e cosa deve passare per un disegno di legge”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email