Diario del Web: “Compagna-Ferrara-Malan a Grasso: No a lectio magistralis Imam”

“Finché c’è, nei modi e nelle forme previste, il bicameralismo deve potersi esprimere. Ci pare, ad esempio, che tocchi al Presidente del Senato informarsi con la Presidente della Camera sulla opportunità, il prossimo 21 ottobre, alla Sala della Regina, di una lectio magistralis di Mohamed Ahmed al Tayyeb dal titolo Islam religione di pace“. Lo chiedono, in una lettera inviata al Presidente del Senato Pietro Grasso, i senatori Luigi Compagna (NCD), Mario Ferrara (GAL) e Lucio Malan (FI), dopo le polemiche sorte per la decisione della presidente della Camera Laura Boldrini di invitare Ahmed al Tayyeb, Grand Imam di Al Azhar, a tenere una ‘lectio magistralis’ il 21 ottobre.

“L’oratore invitato – hanno spiegato i senatori nella missiva – risulta a tutti gli effetti un fiero militante del più fiero antisemitismo. Al Congresso americano ha recentemente esaltato gli attentati suicidi contro Israele e si è vantato di non avere alcuna intenzione di partecipare a incontri o seminari dove possa capitare di trovare uomini e donne di religione ebraica. In tempi difficilissimi, la Storia d’Italia ebbe a registrare quasi soltanto la voce del nostro Senato in opposizione alla barbarie dell’antisemitismo. Oggi, nei giorni in cui, in Israele, gli ebrei sono quotidianamente aggrediti a coltellate, far finta di niente sarebbe ipocrita. Questo ci premeva segnalare alla Tua attenzione, grati fin da ora di quanto riterrai necessario far presente alla Presidente della Camera”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email