MALAN E CASELLATI: DOVE SONO FINITI I MILIONI PER I CORSI DI ITALIANO E COSTITUZIONE NELLE MOSCHEE?

I senatori Elisabetta Alberti Casellati e Lucio Malan presentano un’interrogazione a Palazzzo Madama e un esposto alla Magistratura

“Dove sono finiti i milioni di euro stanziati per i corsi di lingua e Costituzione italiana affidati dal Governo alle moschee?” E’ la domanda che la senatrice Elisabetta Alberti Casellati e il senatore Lucio Malan pongono al ministro Ferrero in una interrogazione nata dal seminario sui diritti delle donne immigrate, svoltosi oggi nell’ambito della Scuola di Formazione di Forza Italia a Gubbio.

La senatrice Alberti Casellati, vice presidente del gruppo azzurro al Senato, spiega: “Da quanto riferito da Souad Sbai, pare che i corsi che dovevano tenersi tra il 2 aprile e l’8 luglio presso la moschea di Roma a favore delle donne non si siano mai svolti. Evidentemente da parte del Governo non c’è alcun interesse reale all’emancipazione e all’integrazione delle donne islamiche. Ancora una volta, un’omissione che conferma l’indifferenza di questo Governo alle nostre proposte sulla difesa e tutela dei diritti e della libertà delle donne”.

Il senatore Malan aggiunge: “Non solo lo Stato italiano – in spregio alla tanto sbandierata laicità dello Stato – finanzia le moschee dove le donne, se vogliono seguire qualunque attività, sono obbligate a indossare il velo. Ma non si accerta neppure che questi corsi si svolgano realmente. Quanto accaduto a Roma può accadere anche altrove se non ci sono controlli. Vogliamo sapere chi ha tenuto i presunti corsi, con quali qualifiche, come è stato pagato, chi li avrebbe seguiti e con quali risultati”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email