IRAN: MALAN (FI), UE E ITALIA NON CHIUDANO OCCHI SU REPRESSIONE

“L’Unione Europea e l’Italia non siano indifferenti davanti alla repressione delle proteste contro il regime iraniano. Negli scorsi mesi si sono contati almeno 1500 manifestanti uccisi nelle piazze, migliaia sono stati feriti, altre migliaia sono stati gli arresti, cui non segue di certo una detenzione umana e un giusto processo, ma torture e violazioni dei diritti. Ora, dopo l’eliminazione di Qassem Suleimani, tra i principali organizzatori di quella repressione, il gravissimo incidente dell’aereo ucraino, le proteste si sono rafforzate, in particolare all’’Università di Teheran, nonostante vari ‘esperti’ vadano ancora dicendo che la condotta di Trump ha rafforzato il regime. Almeno ora che è stato arrestato l’ambasciatore del Regno Unito, finisca la politica del chiudere gli occhi davanti a un regime che reprime nel sangue chi chiede libertà e giustizia, che opprime le donne, giustizia gli omosessuali, sostiene il terrorismo internazionale e annuncia la distruzione di Israele. A quasi nessun altro paese verrebbe lasciato passare uno solo di questi comportamenti.”

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email