ISTAT. MALAN (FI): È COLLASSO DEMOGRAFICO, RILANCIARE FAMIGLIA

“Il drammatico calo delle nascite in Italia è indice di un grave disagio sociale che si estende a tutte le fasce di popolazione. Come segnala l’ISTAT, nel 2016 sono nati solo 473mila bambini in Italia – ennesimo record negativo.
È inquietante ricordare che nel 1964 nacquero 1 milione e 16mila bambini, praticamente tutti Italiani, mentre l’anno scorso erano solo 404mila quelli che avevano almeno un genitore italiano: vuol dire che 50 anni fa nascevano due volte e mezzo più bambini italiani di oggi. L’ISTAT ci dice che, nello stesso 2016, sono state ben 227mila le richieste di permesso di soggiorno: ciò significa che, su 7 nuovi residenti in Italia, solo 4 sono nuovi nati Italiani mentre gli altri 3 sono immigrati o figli di immigrati recenti, ancora privi della cittadinanza italiana. Se aggiungiamo che gli oltre 600mila morti sono quasi tutti Italiani, vediamo bene che siamo veramente al collasso demografico: normale conseguenza di una politica che non dà quasi nulla alle famiglie con bambini – non più di 120 euro al mese, nulla del tutto a chi ha un reddito medio o superiore – mentre trova 35 euro al giorno per qualunque immigrato, di qualunque età, che arriva in Italia con i barconi. Persino il lieve aumento dei matrimoni non è un indice significativo perché, evidentemente, è una piccola bolla statistica dovuta alla riduzione dei tempi per ottenere il divorzio.
Il futuro Governo del centrodestra dovrà segnare un totale cambiamento, rilanciando famiglie e natalità”.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email