ItaliaChiamaItalia: “Berlusconi autoritario? Forza Italia risponde”

[…] Sulla stessa linea anche il senatore Lucio Malan. “Mi sembra che la parola autoritarismo nei confronti di Berlusconi sia veramente fuori misura. Chiunque lo abbia conosciuto in questi anni sa benissimo che, qualche volta, gli abbiamo addirittura rimproverato di essere troppo docile con chi non lo era con lui”.

“Non vedo alcuna questione Fitto – ribadisce Malan. Lui stesso riconosce che il leader è Berlusconi, quindi mi sembra evidente che non esista alcuna questione sulla leadership. Tanti hanno avuto spazio in questi anni, e alcuni non ne hanno fatto buon uso. Bisogna offrire la possibilità ai più capaci di emergere, certo, ma chi emerge deve anche lavorare con il resto del gruppo. Non si può imputare Berlusconi di ogni questione interna al Partito, compresa la crescita personale dei suoi esponenti”.

“Se si tratta di decidere per le candidature, se ci sono nomi immediatamente condivisi, questa può essere una strada – prosegue Malan, a proposito delle primarie. Non sono la panacea né la perfezione, devono essere sentite dalla gente e devono partecipare in tanti. Ma il tema delle primarie non è certo un tabù”.

“In questi giorni stiamo lavorando all’accordo con il Nazareno e, a questo punto, occorre portare a termine le decisioni prese più che preoccuparci del dialogo con il PD. Certo, non possiamo essere solo noi a portare avanti la questione, vedremo dove andrà a finire questo dialogo inedito con il Movimento5stelle. Gli esponenti di M5s fanno bene a chiedere ciò che ritengono opportuno: è chi ha siglato un patto che deve mantenerlo. Sta al PD mantenere fede alla parola data, e certo non è una giustificazione dire ‘me l’ha chiesto il Movimento5stelle”.

Articolo integrale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email