AFGHANISTAN. MALAN (FI): PARISI AMBIGUO

“Dopo l’unità di facciata culminata col voto ipocrita e sotto il ricatto della fiducia, il Governo Prodi è più che mai in stato confusionale sull’Afghanistan. E i nostri rischiano di non sapere cosa devono fare e se il Governo di Roma li sostiene.

Da una parte, esponenti di Rifondazione, Pdci e Verdi, pochi giorni dopo aver votato il proseguimento della missione ne chiedono la fine, dall’altra il Ministro della Difesa afghano Abdul Rahmin Wardak annuncia che gli Italiani opereranno anche nel sud del Paese. Il povero Parisi preso in mezzo smentisce ma non spiega, perché il suo collega afgano non sappia che cosa l’Italia voglia fare.

Forse anche Wardak è vittima della doppia e tripla verità della Sinistra italiana, che a ogni interlocutore dice quel che le fa comodo e dunque al Ministro di Kabul avrà assicurato chissà cosa”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email