Malan: “Israele sta subendo uno dei più intensi attacchi missilistici della storia”

Signor Presidente, da questa mattina la popolazione civile di Israele è sottoposta a un massiccio attacco di missili. Ne sono arrivate probabilmente diverse centinaia, sicuramente molte decine, di cui l’ultimo cinque minuti fa. Sono attacchi mirati a colpire la popolazione civile e provengono dall’organizzazione denominata Jihad islamico in Palestina. Questa è considerata un’organizzazione terroristica dall’Unione europea, oltre che dagli Stati Uniti, dal Canada, dalla Gran Bretagna, oltre che naturalmente da Israele. È notoriamente legata all’Iran.

Il 25 giugno scorso ho presentato l’interrogazione 3-00935 chiedendo al Governo di rispondere in Commissione riguardo alla politica con l’Iran e, cioè, quale conto si tenga della situazione oggettiva dell’Iran e dei rapporti con la Repubblica islamica dell’Iran rispetto alla totale mancanza di rispetto dei diritti umani, in particolare verso le donne, gli omosessuali e le minoranze religiose; in secondo luogo, rispetto al sostegno al terrorismo – che è stato rilevato da molti organismi internazionali; e, infine, rispetto al proposito – e non alla minaccia – e all’annuncio di voler distruggere lo Stato di Israele nei prossimi anni. Non credo si possano ignorare queste circostanze, che – ripeto – sono più di semplici minacce. Sono degli annunci con tanto di conteggio alla rovescia con un orologio mostrato in una pubblica piazza di Teheran. Queste cose contro qualunque altro Paese fossero rivolte susciterebbero grande attenzione e reazione internazionale. Non si può fare una differenza in questo caso e, in particolare, oggi, quando sulla popolazione civile di Israele arrivano centinaia di missili, la gran parte dei quali viene intercettata dalle straordinarie disposizioni difensive dello Stato di Israele, che, però, non sono impenetrabili. Molti missili sono arrivati a destinazione, fortunatamente non hanno colpito persone, ma potrebbero farlo da un minuto all’altro. Credo che non si possa restare insensibili a tutto ciò

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email