LEGGE ELETTORALE. MALAN (PdL): PROCEDEREMO, SPERIAMO RIFORMA CONDIVISA

“In questo momento la legge elettorale non e’ un problema di tempo: si tratta di chiarire le idee. Sarebbe meglio arrivare a una condivisione, ma per ora ci sono posizioni distanti; e non solo per convincimenti tecnici, ma anche per questioni politiche”.

Lo sottolinea il relatore della riforma della legge elettorale in commissione Affari Costituzionali al Senato, Lucio Malan, facendo il punto sull’iter della legge elettorale e sottolineando che in commissione “procederemo”, anche perche’ gli altri provvedimenti all’ordine del giorno – come il lodo Alfano e il ddl anticorruzione – “sono gia’ arrivati al voto degli emendamenti”.

Al Senato sono presenti 26 disegni di legge in materia, e presto dovrebbe arrivarne uno anche dell’UdC. Malan si sofferma in particolare sulla proposta di legge a firma del vice presidente dei senatori del PdL, Gaetano Quagliariello, che prevede anche al Senato il premio di maggioranza nazionale. Mentre una del PD a firma di Vannino Chiti prevede di cancellarlo, cosi’ come implicitamente fa una proposta del costituzionalista PD Stefano Ceccanti che propone un doppio turno unico.

In ogni caso, conclude Malan, “stiamo lavorando con tempi normali”, anche perche’ “la legge elettorale, per prassi, non e’ materia da inizio legislatura”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email