MISSIONE LIBANO. MALAN (FI): GOVERNO TENGA A FRENO AHMADINEJAD E PELLEGRINI

“Destano preoccupazione i proclami farneticanti di Ahmadinejad e lo zelo asimmetrico del comandante dell’Unifil, il generale francese Alain Pellegrini.

Il Governo italiano deve evitare di assecondare posizioni del genere, continuando a tenere cordiali rapporti col presidente iraniano come ha fatto il presidente del Consiglio Prodi, o ostentando costanti critiche alla politica di Israele accompagnate da gesti di amicizia nei confronti di Hezbollah come ha fatto il ministro degli esteri D’Alema.

È del tutto inaccettabile che il generale francese chieda all’Onu di consentire a Unifil di abbattere gli aerei israeliani mentre dalle stesse dichiarazioni dei leader di Hezbollah si apprende che nulla viene fatto per il disarmo della loro milizia, né per fermare l’afflusso di armi dalla Siria, né per implementare l’area libera da armati tra il fiume Litani e il confine israelo-libanese.

Il Governo italiano deve dirlo chiaro perché il Parlamento non ha certamente votato per mandare i nostri soldati a sparare sugli israeliani”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email