DECRETO SICUREZZA, OMOFOBIA. MALAN (FI): NORMA VALIDA ANCHE PER PEDOFILI?

“Non si può in alcun modo avvicinare omosessualità e pedofilia, ma la norma sull’omofobia, nel pessimo modo in cui è scritta, facendo riferimento a tendenze sessuali può facilmente essere usata per tutelare i pedofili. Resterebbero certamente puniti gli atti di pedofilia, ma diventerebbe assai difficile impedire a un pedofilo di svolgere mestieri o frequentare ambienti che lo pongano a stretto contatto con i bambini.

La norma inserita a sproposito nel decreto sicurezza è un capolavoro di insensatezza e iniquità. Protegge i pedofili, impedisce di argomentare contro l’adozione e l’affidamento di bambini da parte di coppie dello stesso sesso, e per far questo tra l’altro cancella il reato di istigazione all’odio razziale (resta solo l’incitamento alla discriminazione) previsto dalla convenzione di New York del 7 marzo 1966 – reato per il quale una settimana fa è stato chiesto il rinvio a giudizio dei vertici dell’UCOII. Chi voterà questa roba dovrà renderne conto agli italiani assai più che ai propri capi di partito”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email