COSTI POLITICA. MALAN (PdL): DDL PERCHÉ ANCHE GRILLO DICHIARI REDDITO E PATRIMONIO

“Ho depositato un disegno di legge perché anche i leader di partiti rappresentati in Parlamento debbano rendere pubblico il proprio reddito e il proprio patrimonio.

Dal 1982, senatori, deputati, ministri e sottosegretari hanno questo obbligo che, con la legge anticorruzione dell’anno scorso, è stato esteso a vice ministri, consiglieri regionali, provinciali e comunali. Per la prima volta quest’anno, però, c’è un partito fortemente rappresentato in Parlamento, il Movimento 5 Stelle, i cui leader non rientrano in alcuna delle categorie citate dalla legge. È una evidente anomalia, tanto più per una formazione che fa della trasparenza uno dei principali miti della sua propaganda.

Credo sia opportuno che il signori Beppe Grillo e Roberto Casaleggio, chiaramente i leader del loro partito, visto che hanno partecipato alle consultazioni al Quirinale, capaci di far eleggere e tenere sotto controllo oltre 160 parlamentari, siano soggetti almeno agli stessi obblighi di un consigliere di un Comune di 15mila abitanti, anche per determinare l’esistenza di eventuali conflitti di interesse”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email