PRODI. MALAN (FI): I SUOI DEBITI LI PAGHIAMO ANCORA OGGI

“Di ‘fantastico’ Prodi ha avuto solo la grande capacità di mungere soldi dallo Stato. E di perdere la memoria! I suoi debiti li paghiamo ancora oggi, con gli interessi sul debito pubblico. A Prodi, che si presenta come <<fantastico risanatore>> dei conti dell’IRI, tacendo delle enormi risorse pubbliche bruciate durante la sua presidenza, sarà bene rinfrescare la memoria con qualche cifra:

– a fine 1982 aveva trovato 36mila miliardi di debiti di Gruppo; al suo successore nel 1989 ne lasciò 45mila, dopo averne incassati dallo Stato 17.724;

– l’indebitamento dell’Istituto nel suo settennato passò da 7349 a 20.873 miliardi;

– tra il 1982 e il 1986, la massa di denaro fresco a costo zero versato dallo Stato all’IRI di Prodi è stata pari a 1,6 volte i fondi che l’Istituto aveva ricevuto dalla sua fondazione, nel 1933, fino al 1982;

– quando nel 1985 annunciò trionfalmente un utile di 12 miliardi, la Corte dei Conti annotò che <<il complessivo risultato di gestione segnava una perdita di 980 miliardi>>.

Insomma, durante la sua presidenza, il netto patrimoniale si dimezzò da 4 a 2mila miliardi”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email