SENATO. MALAN (PdL): PD NON COINVOLGA IN POLEMICA PRESIDENTE SCHIFANI

“Il senatore Zanda, vicepresidente del gruppo PD, prosegue i tentativi della sua parte di coinvolgere il Presidente del Senato nella polemica tra Maggioranza e Opposizione, suscitata dal dibattito sul decreto sicurezza.

E’ evidente che il presidente Schifani non ha contraddetto il Presidente del Consiglio nel motivare il giudizio di ammissibilità degli emendamenti Berselli-Vizzini, per la semplice ragione che Berlusconi nella sua lettera non si occupa della questione dell’ammissibilità. Se l’avesse fatto, non sarebbero mancate – peraltro – le critiche di Zanda o di altri colleghi del suo Gruppo.

È difficile pensare che a un parlamentare dell’esperienza del senatore Zanda davvero sfugga la differenza tra ciò che motiva la presentazione di un emendamento e ciò che ne giustifica l’ammissibilità. Basterà dire questo: il presidente Schifani ha ritenuto giustamente ammissibili i tanti emendamenti dell’Opposizione, ma questo non vuol dire che ne condivida le motivazioni. Sarebbe, perciò, bene evitare il giochino di tirare il presidente del Senato dentro una polemica nella quale correttamente non è entrato”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email