PPE. MALAN (FI): A DUBLINO TIMOSHENKO SÌ, BERLUSCONI NO. GIUSTIZIA POLITICA

Il senatore Lucio Malan, delegato per Forza Italia al congresso del PPE a Dublino, ha dichiarato:

“In questo congresso, una grande presente e un grande assente, entrambi ex premier condannati dalla giustizia politica dei rispettivi Paesi. Yulia Timoshenko è stata liberata a furor di popolo ed è qui con noi. Silvio Berlusconi, invece, si è visto negare dai soliti giudici post sovietici il diritto di rappresentare una delle principali componenti del più grande partito europeo. Forse anche per questo, tuttavia, la forte delegazione di Forza Italia a Dublino ha ottenuto che il problema dell’uso politico della Giustizia entrasse negli interventi sia del presidente Joseph Daul, sia del candidato alla presidenza della Commissione, Jean Claude Juncker.

Una Giustizia affidabile è anche uno strumento indispensabile per la crescita economica. Le riforme proposte da Daul non possono restare solo a livello europeo ma l’Italia deve fare la sua parte, più di altri Paesi, data la nostra disastrosa situazione nel settore”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email