RADIO RADICALE, MALAN (FI): M5S E LEGA IMPEDISCONO DI DISCUTERE MOZIONI

Nella seduta del Senato di oggi, ho proposto a nome di Forza Italia di calendarizzare domani le mozioni presentate da noi e da altre forze di opposizione per salvare Radio Radicale. La stessa richiesta è stata fatta anche da dai senatori Abdrea Marcucci (PD) e Loredana De Petris (Misto-LeU). Senza che nessun esponente del Governo o della maggioranza prendesse la parola, si è andati al voto, in cui M5S e Lega hanno imposto i loro numeri respingendo la proposta e rinviando dunque l’eventuale discussione dopo il 27 maggio, quando cioè sarà scaduta la convenzione di Radio Radicale. Evidentemente, non ci sono argomenti per un atto brutale, contro l’emittente che è stato ed è strumento e simbolo di quella trasparenza e partecipazione dei cittadini alla vita delle istituzioni di cui tanto parlava il M5S. Probabilmente ciò che fa più paura di Radio Radicale è proprio il suo straordinario archivio, la cui memoria consente di mettere alle strette chi su qualsiasi argomento cambia idea con grande facilità, come ad esempio euro e partecipazione italiana all’Unione Europea.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email