RAGAZZA RASATA. MALAN (FI): DIMOSTRAZIONE CHE NOSTRA CULTURA È LONTANA DA QUELLA DEI MUSULMANI CHE VIVONO IN ITALIA

“Il caso della ragazza rasata dai genitori perché voleva sentirsi integrata e uguale a tutti i suoi coetanei ci dimostra quanto sia ancora lontana la nostra cultura da quella di tanti musulmani che vivono in Italia. La Procura di Bologna, che ha tolto la ragazza alla famiglia, ha agito prontamente e giustamente contro una violenza inaccettabile che mina la nostra Costituzione, il vivere civile e la necessaria integrazione. Chi vuole continuare a vivere in Italia deve rispettare le regole civili del nostro Paese.

Quanti altri casi del genere, di certi ambiti nei quali le donne sono sottoposte al totale isolamento, vengono bellamente ignorati? Quanto si potrà resistere all’introduzione di tali barbarie e usanze con i numeri dei nuovi arrivi, che la scellerata politica del Governo sta imponendo agli Italiani?”

Torna in alto