AgenParl: “Libia. Malan (FI): Governo deve chiarire in Parlamento cosa sta succedendo”

“Bellissima la notizia della liberazione dei due ostaggi italiani in Libia: riavere presto tra di noi Gino Pollicardo e Filippo Calcagno è bellissimo”. Così, in una nota, il senatore di Forza Italia Lucio Malan.

“Non possiamo però dimenticare – prosegue il parlamentare –  la morte degli altri due ostaggi, Salvatore Failla e Fausto Piano. Ci troviamo di fronte a una situazione anomala, che mette in evidenza tutte le contraddizioni che stanno caratterizzando il lavoro dei nostri Servizi in Libia. È evidente, infatti, l’incapacità di mettersi in contatto e lavorare con fonti affidabili: siamo, al contrario, appesi all’imprevedibilità, come ha avuto modo di dimostrare la vicenda dei quattro ostaggi. I nostri Servizi oggi fanno molta fatica, anche a causa dei tanti trasferimenti e pensionamenti che ora pesano sul lavoro quotidiano e che minano fortemente la credibilità del nostro Paese all’estero. Il Governo deve chiarire cosa sta succedendo e deve farlo in Parlamento: è doveroso capire come stanno agendo i nostri Servizi e perché, dal caso del cooperante Lo Porto alla vicenda dei quattro ostaggi in Libia, stiamo assistendo a un deterioramento inesorabile della nostra capacità di prevenire e di agire sul campo in modo efficiente. Tanto più oggi – conclude Malan – quando pare che la missione in Libia sarà etichettata come un’operazione dei Servizi”.

Torna in alto