ALTA VELOCITÀ. MALAN E GIACHINO: PENDOLARI TORINO-MILANO, PRESTAZIONI PEGGIORI A PREZZI PIÙ ALTI

Rinviare l’entrata in vigore delle nuove regole per poterle modificare

Forza Italia chiede – con una interrogazione urgente del Senatore Lucio Malan, concertata con il Responsabile nazionale Trasporti del movimento azzurro, Mino Giachino – un rinvio della nuova organizzazione del servizio per i pendolari sulla linea Alta Velocità che sta creando gravi problemi, in particolare sulla tratta Torino-Milano.

Nel merito, Malan e Giachino hanno dichiarato:

“L’entrata in funzione della Linea AV Torino-Milano-Roma-Salerno ha cambiato radicalmente in meglio la mobilità nel nostro Paese e chi, come noi, ha sostenuto o collaborato con i Governi Berlusconi ne è orgoglioso. E il miglioramento ha coinvolto anche migliaia di studenti e lavoratori che usufruiscono delle prestazioni della Linea. Ma le nuove regole annunciate per il mese di luglio comporteranno un pesante aumento dei prezzi e una riduzione delle prestazioni. In particolare, non sarà garantito il posto richiesto e il viaggiatore potrà addirittura essere deviato su un altro treno – cosa che la gran parte dei pendolari non si può permettere, per evidenti ragioni di orari di lezione o di lavoro.

Crediamo sia indispensabile rinviare l’entrata in vigore delle nuove regole almeno a settembre per poterle modificare opportunamente, altrimenti il rischio è che i treni perdano utenti, che andranno ad affollare ulteriormente le strade”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email