ASCA: “Spending review: Merlo-Malan, no a furbizie per salvare tribunale Ivrea”

“Sulla soppressione dei tribunali e degli uffici giudiziari non si puo’ procedere con il metodo della furbizia o delle corsie preferenziali. Se i criteri stabiliti nella delega attribuita al Governo erano precisi e persino meticolosi, ora non e’ semplicemente ammissibile che il Ministro Severino proceda con una dubbia discrezionalita’ al di fuori dei criteri indicati. Tanto per fare un esempio, e’ quantomai singolare che, in Piemonte, Severino proceda a sopprimere tutti i tribunali non capoluoghi di Provincia tranne uno, Ivrea”. Lo affermano in un comunicato comune il deputato PD, Giorgio Merlo. e il senatore del PdL, Lucio Malan, entrambi piemontesi.

“C’è qualche santo protettore da quelle parti? Ci sono dei criteri che portano Ivrea, o altri tribunali simili, ad essere salvati per grazia ricevuta? E, sempre per fare un esempio, perche’ sopprimere Pinerolo che risponde appieno ai criteri indicati nella delega al Governo – per numero di abitanti, per produzione specifica e per la sua conformazione territoriale – per mantenerne uno che non li possiede?. Il nodo non e’ banalmente e semplicisticamente riconducibile alla difesa campanilistica.

Adesso, o il Ministro Severino rispetta sino in fondo il mandato ricevuto dal Parlamento, oppure spieghera’ in Parlamento le scelte discrezionali e la sua strategia delle corsie preferenziali in materia di soppressione dei tribunali. Scelte che, dovessero essere confermate le indiscrezioni giornalistiche, ci vedrebbero ovviamente contrari”.

Torna in alto