234 vincitori di concorso per l’immissione nell’Arma: il Governo si impegna ad assumerli nel corso del 2008

Risposta del Ministro della Difesa alle tre interrogazioni del senatore Malan
Premesso che:

–   la sicurezza pubblica è una delle priorità di questo Governo e ha nella disponibilità di personale qualificato uno dei suoi principali strumenti;

–   il 6° bando di arruolamento del V.F.B. nelle Forze Armate (G.U. n. 38-IV serie speciale del 16 maggio2003) prevede la possibilità di immissione, al termine di detta ferma, nelle carriere iniziali delle stesse Forze armate, dell’Arma dei Carabinieri, del Corpo della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria, del Corpo Forestale e del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco;

–   il bando, all’art. 16 riguardante l’assegnazione dei posti, riserva 490 posti per l’immissione nei Carabinieri ai volontari che ne facciano richiesta nella domanda di arruolamento e che abbiano prestato servizio senza demerito per almeno tre anni nelle Forze Armate;

–   alla fine dello scorso anno agli interessati fu comunicato che, in ragione della disponibilità di risorse previste dalla Legge Finanziaria 2007 relativa alle assunzioni nei Carabinieri, potevano essere incorporati in quell’anno solo coloro i quali si erano classificati entro il 266° posto; e che la posizione dei rimanenti 234 classificati, congedati nei primi giorni di dicembre, “ sarà riconsiderata nel quadro delle alimentazioni previste dalla Legge Finanziaria del 2008”;

–   questi 234 vincitori di concorso ritenevano, per essere loro stato più volte riferito, che non ci sarebbe stata soluzione di continuità tra la loro appartenenza all’Esercito e il passaggio ai Carabinieri;

–   tra essi molti sono i padri di famiglia, titolari dell’unico reddito, molti hanno partecipato a rischiose missioni internazionali, tutti hanno fatto affidamento su una continuità di reddito, ampiamente meritata e per altro promessa;

–   che i 234 non possono intraprendere attività lavorative perché vincitori di concorso in attesa di chiamata di carattere militare;

–   a questi militari non è stato corrisposto neppure il trattamento di fine rapporto che potrebbe aiutarli a superare le presenti difficoltà, benché nei loro CUD risultino pagate le relative imposte;

–   la grave situazione delineatasi potrebbe portare, se ulteriormente protratta, a ricorsi onerosi per la Pubblica Amministrazione;

 impegna il Governo ad attuare nel corso del 2008 l’immissione nei Carabinieri di detti 234 vincitori.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email