Disegno di legge Malan per l’istituzione della Provincia di Pinerolo

Il senatore di Forza Italia Lucio Malan ha depositato al Senato un disegno di legge per l’istituzione della Provincia di Pinerolo.

Testo del disegno di legge

Nel merito, il senatore ha dichiarato:

“È una risposta seria e concreta alla marginalizzazione alla quale certe decisioni di Provincia e Regione sembrano condannare Pinerolo e il Pinerolese. La chiarissima intenzione di sopprimere l’ASL di Pinerolo, già a sua volta frutto dell’unificazione di tre aziende, non risponde ad esigenze di riduzione generale dei costi ma a quelle di spostare risorse sull’area torinese. D’altra parte, la provincia di Torino è un colosso dove conta solo il centro.

Ha una popolazione superiore a ben undici delle venti regioni. Una superficie che solo tre Province superano – Bolzano, Cuneo e Foggia – che però nemmeno sommando la loro popolazione raggiungono la nostra. D’altra parte, il Comune di Torino e la quindicina di Comuni che stanno nel raggio di nove chilometri da piazza Castello hanno il 60% della popolazione. È facile che succeda quel che è successo: chi amministra pensa ad accontentare quel 60% e al restante 40%, sparso nei trecento Comuni che coprono il 99,5% della superficie della Provincia, restano le briciole.

In un’ottica che considera voti e costi economici, conviene investire su chi sta vicino al centro e trascurare tutti gli altri. Di qui la soppressione di sedi, servizi e decentramento decisionale: ASL, ACEA, ATL, servizi e posti di lavoro sono in pericolo: occorre difenderli.

Entro la settimana, sindaci e presidenti dei consigli di tutti i Comuni interessati riceveranno il testo del disegno di legge. Poi toccherà a loro. L’ambito territoriale è lo stesso del Tribunale e che si è mostrato adeguato e funzionale. La Provincia di Pinerolo ha tutte le caratteristiche richieste dal testo unico degli ordinamenti locali.

Emilio Bolla, con il quale ho consultato sull’idea, si è mostrato subito decisamente favorevole. Se vince lui, credo che Pinerolo sarà tra i primissimi Comuni a votare la delibera richiesta dalla legge per mandare avanti il progetto”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email