DPCM INACCETTABILE: DANNI CERTI E GRAVI, BENEFICI IMPROBABILI, LIBERTA’ CANCELLATA

“Con l’ennesimo Dpcm i danni sono certi, i benefici incerti, anzi improbabili. La grande maggioranza dei ristoranti e dei bar sarà costretta a chiudere del tutto perché la totalità o la maggior parte degli incassi arriva proprio dopo le ore 18. Del tutto distrutta invece l’attività di piscine e palestre, alle quali era appena stato chiesto di fare nuove spese per le misure di sicurezza, distrutti i teatri, i cinema, la musica e tutta l’attività legata agli eventi. E tutto questo, senza l’ombra di indennizzi, come invece chiede a gran voce Forza Italia. Il presidente Berlusconi ha detto chiaramente: per ogni chiusura e divieto deve esserci un indennizzo immediato, non solo promesso.

Incredibili poi le limitazioni alla libertà personale per cui dopo le 18 sarà vietato mangiare o bere in luoghi pubblici. Non si capisce cosa dovrà fare chi lavora o frequenta una scuola dopo le 18 e ogni tanto si deve ristorare: in ufficio o in scuola no perché sono aperti al pubblico, i bar sono chiusi e per strada è vietato bere e mangiare. Vietate le feste anche in luogo privato. Dunque per matrimoni e battesimi si potrà fare un pranzo, in non più di quattro persone per tavolo o a casa, a condizione di dire che non è una festa e anzi si è tutti tristi. In compenso, non leggiamo nessuna misura per migliorare i trasporti pubblici, dove si potrà e si dovrà continuare ad assembrarsi, nulla per i vaccini, nulla per la medicina di territorio, nulla per evitare le code senza fine per i tamponi o per diminuire il panico e nulla per ripristinare la prevenzione e cure per tutto ciò che non è Covid. Nessuna seria probabilità che i contagi si riducano.

E tutto questo con lo strumento incostituzionale del Dpcm, quando la Costituzione indica chiaramente che per le emergenze c’è il decreto-legge. Tutto questo è inaccettabile e pericoloso.

 

 

Torna in alto