EUROSTAT. MALAN (FI): DISASTRO DEMOGRAFICO ITALIA, GOVERNO CHE FA?

“I dati Eurostat confermano il disastro demografico dell’Italia, ultimo Paese d’Europa per natalità e con il peggiore saldo nascite-decessi. È il risultato di politiche sbagliate, che mettono nell’incertezza le famiglie e scoraggiano le nascite che, nel 2015, sono state solo 485mila – di gran lunga il punto più basso dall’Unità d’Italia – e pare che il 20% sia costituito da stranieri. Neppure durante le guerre mondiali sono nati così pochi bambini. E, dall’altra parte, ci sono sempre più Italiani che non si curano adeguatamente e siamo arrivati a 647mila morti: solo durante le guerre mondiali ce ne sono stati di più. Praticamente, in un anno, gli Italiani sono diminuiti di 260mila: come se fosse sparita la popolazione di Venezia.

Dati come questi sono una sirena d’allarme per il Governo, che fa finta di niente e si occupa di tutt’altro: il fatto è che, se si priva la famiglia dei sostegni sociali e se ne mina il fondamento morale, il risultato non può che essere questo. Comincio a pensare che sia un risultato dovuto”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email