Il Mondo: “Quirinale/ Malan (PdL): Non escludo Berlusconi tra un paio d’anni”

Non ci si potrebbe stupire di dimissioni Napolitano

“Non si può escludere l’ipotesi Berlusconi al Quirinale tra qualche anno, né ci si potrebbe stupire delle dimissioni di Napolitano – visto che in tutti i modi ha detto che non voleva il rinnovo del mandato”. A dichiararlo è stato il senatore PdL Lucio Malan, ospite questa mattina negli studi di Radio Città Futura, all’indomani del Napolitano bis e interpellato sull’ipotesi Berlusconi prossimo Presidente della Repubblica. “Noi da tempo diciamo che siamo favorevoli all’elezione popolare, diretta del Presidente della Repubblica da parte dei cittadini; pertanto, in quel caso, potrebbe anche darsi”.

Se Napolitano dovesse proporre Amato come Presidente del Consiglio? “Certo è che noi preferiremmo una soluzione che non tagliasse fuori fin dall’inizio la Lega – ha spiegato Malan – ma quello che ci interessa sono i punti programmatici: IMU, interventi a favore dell’occupazione con detassazione totale delle nuove assunzioni, forte sburocratizzazione, pagamento dei debiti alle imprese”.

E in merito al finanziamento ai Partiti? “Favorevoli all’abolizione, ma con la garanzia di misure che facilitino il finanziamento privato, anche se si tratta poco più di un decimillesimo del bilancio pubblico”. Matteo Renzi? “Lui è così favorevole all’abolizione del finanziamento, perché distruggerebbe le strutture del PD che vorrebbe bruciare dalle fondamenta”, ha concluso il senatore PdL.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email