QUIRINALE. MALAN (PdL): M5S ANTI TAV VOTERANNO PRODI GARANTE TAV?

“Romano Prodi sarà eletto solo se dei parlamentari grillini lo voteranno, magari con un dissenso telecomandato.

Sarà interessante vedere se gli M5S, che hanno nella lotta anti TAV uno dei pochi punti chiari del loro nebuloso programma, sosterranno il professore – consulente della Goldman Sachs, come ‘Rigor Montis’, e soprattutto garante TAV, per nomina dell’allora Presidente delle Ferrovie il 23 gennaio 1992. L’anno seguente, in qualità di presidente dell’IRI, diventerà anche general contractor della TAV, riuscendo per soli 15 giorni a evitare l’appalto europeo che avrebbe abbassato i prezzi del 10-15 per cento. La famigerata società prodiana Nomisma ricevette dalle Ferrovie anche 8 miliardi e 700 milioni di lire per una consulenza sulla TAV, dove emergeva il prezioso dato che con un treno veloce si arriva a destinazione prima.

Prodi sembrerebbe, insomma, il perfetto antagonista della mitologia grillina anti banche, anti TAV, anti ‘casta’. Ma la sostanza è diversa dalla mitologia e M5S non brilla certo per coerenza nella sua pur brevissima storia”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email