Malan e Stracquadanio propongono alla Giunta per le Elezioni controlli approfonditi sulle schede elettorali

Proposta dei senatori Malan e Stracquadanio alla Giunta per le Elezioni

Controlli approfonditi sulle schede elettorali, da parte della Giunta per le Elezioni del Senato, a partire dalle Regioni dove la differenza tra le coalizioni è stata minima. È questa la proposta che, oggi pomeriggio, l’Ufficio di presidenza della Giunta ha affidato al presidente Nania perché la sottoponga al più presto al plenum della giunta stessa. La decisione è scaturita nella riunione convocata per discutere ‘il caso Deaglio’.

Il senatore Malan che, come capogruppo di Forza Italia, aveva richiesto la riunione, ha dichiarato: “Finalmente si potrà compiere quella verifica che chiediamo sin dal 10 aprile, doverose visti i margini strettissimi del risultato – brogli o non brogli. Abbiamo constatato, dalle cifre in nostro possesso, un’anomalia notevole: nel voto per la Camera c’è l’8% di schede bianche in meno rispetto al Senato, nonstante gli elettori siano il 6% in più”.

Pastore, vice presidente della Giunta, ha manifestato la sua incredulità per il silenzio del presidente del Senato: “I presidenti di Camera e Senato avrebbero potuto, nel giro di poche ore, rendere evidente l’infondatezza delle assurde tesi di Deaglio che offendono la dignità delle istituzioni, invece niente. Controlleremo anche il voto all’estero dove emergono irregolarità macroscopiche”.

Il senatore Stracquadanio sottolinea le gravi responsabilità della RAI: “È inaccettabile che Rai Tre abbia offerto alla tesi di Deaglio – calunniatoria e totalmente infondata – lo spazio e la dignità di notizia, mentre si tratta di fango. In ogni caso la decisione di oggi toglie spazio a ogni sospetto”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email