LA SARDINA CON HIJAB STA CON I TERRIROSTI DI HAMAS

“La giovane donna che ha parlato stretta nell’hijab all’evento delle ‘sardine’ in piazza San Giovanni è Nibras (non Nibran come scritto da alcuni giornali) Asfa, moglie di Sulaiman Hijazi, con il quale non manca occasione di manifestare piena solidarietà di intenti. Hijazi si dichiara, nel suo stesso profilo Facebook, esponente di Hamas, l’organizzazione palestinese considerata terroristica, tra gli altri, da Unione Europea, Stati Uniti, Australia, Giordania, Giappone e Regno Unito, che ha l’obiettivo di distruggere lo Stato d’Israele, considerando ‘territorio occupato’ ogni centimetro dello stato ebraico. Esponenti di Hamas sostengono che la Shoah non è mai avvenuta ed è una storia inventata senza alcun fondamento, pratica sistematicamente l’uccisione di civili israeliani e si è anche resa protagonista di stragi di palestinesi della fazione Fatah. Lo stesso presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese, Mahmoud Abbas, ha accusato Hamas di aver ucciso 160 palestinesi a Gaza nel 2014. Sulaiman Hijazi è esponente di rilievo dell’Associazione Benefica di Solidarietà con il Popolo Palestinese (ABSPP) Onlus, il cui logo è una mappa della Palestina che copre totalmente lo Stato di Israele di cui evidentemente auspica la cancellazione. ABSPP ha organizzato il Festival della Solidarietà Palestinese a Milano, Brescia e Verona  nell’aprile 2017, dove, tra gli altri, è intervenuto Mohammad Moussa Al Sharif, teologo islamico saudita che ha difeso i matrimoni con bambine sotto i 14 anni e accusato cristiani, atei e fornicatori di essere una minaccia ai diritti umani. La stessa Nibras Asfa, definisce su facebook Israele ‘ uno stato nazi-fasci-sionista’ che pratica la pulizia etnica. È gravissimo che le ‘sardine’ diano ampio spazio a questa donna, dopo aver proposto di abolire l’odio e la violenza, fisica e verbale, dalla politica.”

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email