L’Espresso: “Unioni civili, il PD tratta, ma niente accordi sull’utero in affitto”

Unioni civili pronti via, si riparte. Obiettivo: la conclusione entro fine anno, se non salta tutto per aria con la riforma del Senato. Con la disponibilità a trattare ma non sulla stepchild adoption – che è tra i punti che Renzi ha sempre ritenuto qualificanti di una legge che, almeno per come è fatta sinora, non sembra aver trovato contrarietà nemmeno dalle parti del Quirinale. […]

Per la verità, a spulciare tra gli emendamenti al ddl Cirinnà – che, nell’articolo 5, introduce la stepchild adoption, estendendo anche alle coppie dell’unione civile la legge 184 del 1983 che disciplina le adozioni – qualche proposta pratica già c’è. Il senatore di FI Lucio Malan, per dire, propone di vietare l’adozione nei casi in cui il bambino sia stato “sottratto, anche in cambio di denaro o altra utilità, al genitore biologico ovvero alla donna che l’ha partorito”, oppure in qualsiasi caso ci si sia “adoperati per privare il figlio dell’altro genitore naturale”. Sono parole che servono, appunto, a individuare i casi di maternità surrogata, per escluderli dall’adottabilità da parte dell’altro componente della coppia.

Articolo integrale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email