25 APRILE. MALAN (FI): PRODI E I FAZIOSI FACCIANO COMIZI UN ALTRO GIORNO

“Romano Prodi, in compagnia di qualche oratore che scambia una festa nazionale per un comizio di parte, tenta di rovinare una giornata che, come ha detto il Presidente Ciampi, dovrebbe essere di condivisione all’insegna dei valori comuni di libertà, democrazia e Patria.

Accanto ai molti che, di qualsiasi colore politico, mettono in pratica l’invito del Capo dello Stato, alcuni altri tra coloro chiamati a parlare nelle pubbliche celebrazioni si sentono in diritto di abusare del loro ruolo per accuse faziose, senza possibilità di replica, contro il Governo, contro la maggioranza parlamentare eletta dal popolo, e contro gli Stati Uniti d’America che furono proprio i protagonisti principali della liberazione dell’Italia dalla tirannia nazi-fascista. Ma se per molti di costoro il ruolo personale avuto nella Resistenza o la tarda età o il basso livello culturale possono costituire una scusante, altrettanto non si può dire di Romano Prodi.

I comizi di parte si possono fare nel resto dell’anno. Oggi è il momento di condividere”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email