COCER GdF. MALAN (PdL): CROSETTO HA DIRITTO DI ESPRIMERE OPINIONI POLITICHE

“L’intervento del Cocer della Guardia di Finanza contro il sottosegretario Guido Crosetto è probabilmente andato al di là delle intenzioni. Un parlamentare ha diritto di esprimere le proprie opinioni su come vada gestita una importante branca dello Stato.

Ricordo che, nel 1989, la riforma del Codice di procedura penale ha sottratto a Polizia e Carabinieri l’iniziativa su indagini, fermo e interrogatorio di testimoni. Il Parlamento può ben porsi un problema analogo per le Fiamme Gialle. Per quanto riguarda la smilitarizzazione, personalmente ho dei dubbi ma parlarne non è offesa per nessuno – neppure per la Guardia di Finanza la cui opera meritoria è vastamente apprezzata.

Peraltro, non sono riuscito a trovare traccia di reazioni del Cocer della Gdf alle parole del Ministro Tremonti, che diceva di sentirsi spiato nella caserma di quel Corpo. Quel silenzio diventa poco comprensibile, dopo l’attacco a Crosetto, che invece ha solo espresso considerazioni di carattere generale e politico”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email