UCOII. MALAN E STRACQUADANIO (FI): AMATO LA ESCLUDA DA CONSULTA ISLAMICA

I senatori Lucio Malan e Giorgio Stracquadanio hanno annunciato la presentazione di una mozione per impegnare il ministro Amato a escludere i rappresentanti dell’UCOII dalla Consulta per Islam in Italia, organo di consulenza del Ministro.

Nel merito, i due senatori hanno dichiarato:

“Mentre la Procura sta lodevolmente facendo il suo lavoro, la politica e le istituzioni non possono restare inerti.

Già lo scorso agosto abbiamo presentato una mozione, firmata anche altri senatori di Forza Italia, volta a impegnare il ministro a sciogliere l’UCOII in quanto avente fra le sue finalità l’incitamento alla discriminazione e alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi esplicitamente proibiti dalla legge Mancino del 1993. Ora che la giustizia sta agendo per gli stessi motivi, starà al ministro valutare se accogliere o meno la nostra richiesta di agosto, e al Parlamento dare adeguata indicazione al Governo.

Crediamo però a questo punto doveroso escludere questa organizzazione dalla Consulta islamica, le cui nomine sono competenza esclusiva del ministro dell’Interno. Sappiamo che questo atto verrebbe visto con favore da parecchi altri membri della Consulta stessa. Infatti in diverse circostanze, a cominciare dalla condanna alla sciagurata inserzione dell’estate scorsa che equiparava Israele ai nazisti, l’unanimità di quell’organo consultivo è stata impedita dalla sola Ucoii. Peraltro, autorevoli voci del mondo islamico italiano indicano l’organizzazione guidata da Dachan e Piccardo come molto vicina agli estremisti dei Fratelli Musulmani, dai quali riceverebbero sostegno anche finanziario.

Certi del pieno consenso della Casa delle Libertà, chiederemo l’adesione anche ai senatori della maggioranza”.

Torna in alto