REFERENDUM. MALAN (FI): IL 19 GIUGNO SAREBBE COLPO DI STATO

“Imporre il referendum costituzionale il 19 giugno, senza aspettare i tre mesi previsti dalla Costituzione perché i cittadini o le Regioni possano costituirsi nei comitati referendari, sarebbe un colpo di Stato. Organi di informazione scrivono che il Governo starebbe mobilitando tutti i suoi apparati per ottenere l’assenso a questa violazione della Costituzione, e del diritto dei cittadini a essere informati non solo dalla propaganda di regime e a essere protagonisti con la raccolta delle firme. Va ricordato che i comitati referendari sono organi costituzionali secondo numerose sentenze della Consulta. Il Governo non ha alcun titolo per impedire loro di costituirsi”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email