IMMIGRAZIONE. MALAN (FI): CON DDL FERRERO-DAMIANO, PORTE APERTE AI CLANDESTINI

“Il ddl Ferrero-Damiano sullo sfruttamento lavorativo degli immigrati clandestini in discussione nella commissione Affari Costituzionali del Senato, se approvato, sarà una fabbrica di permessi di soggiorno in aggiramento di ogni regola per l’ingresso in Italia.

Esso prevede infatti di estendere anche a vittime di fatti assai meno gravi il beneficio del permesso di soggiorno di 18 mesi per i clandestini sottoposti a violenze o grave sfruttamento – come la retribuzione inferiore ai due terzi dei minimi sindacali o l’inosservanza delle norme su ferie orari e riposi.

Sarebbe la pacchia per gli abusi attraverso prestanome anziani e nullatenenti cui intestare ditte fasulle, con meccanismi analoghi a quelli delle truffe allo SCAU. Un premio a chi viola le leggi sull’immigrazione e un ennesimo schiaffo all’immigrazione di qualità, rispettosa delle norme”.

Torna in alto