IMMIGRAZIONE. MALAN (FI): CON LEGGI PRODI, IMAM DI CARMAGNOLA IN PARLAMENTO

“Se il ddl governativo sull’immigrazione fosse stato approvato prima, oggi l’imam di Carmagnola potrebbe essere in Parlamento anziché espulso per la sua contiguità con il terrorismo. È vero che non sarebbe comunque stato espulso con questo Governo, che della lotta al terrorismo sembra infischiarsene visto che lascia il campo libero ai magistrati che arrestano chi la fa.

La manovra della Sinistra è chiara: persi i voti degli Italiani che alle elezioni almeno al Senato l’hanno in maggioranza bocciata, punta su quelli degli immigrati regolarizzati e poi italianizzati in quattro e quattr’otto. A chi già è qui lasciano portare parenti in quantità, a tutti si dà assistenza sanitaria, case a spese dei Comuni, scuole eccetera. Poi chiameranno tutti a votare per l’Ulivo

Il tutto a spese dei Contribuenti e degli aspiranti immigrati che seguono le regole e che resteranno esclusi”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email