MISSIONE LIBANO. MALAN (FI): PER D’ALEMA HEZBOLLAH SÌ MA HAIDER NO

“D’Alema ha difeso strenuamente il suo incontro con gli esponenti di Hezbollah, affermando che in Libano sono un Partito di Governo e non si possono non incontrare. Ma, quando D’Alema era Presidente del Consiglio, il Governo italiano partecipò al <<boicottaggio della stretta di mano>> contro il Governo austriaco guidato da Haider, discuteva con Antonione – presidente del Friuli Venezia Giulia – se e come incontrare il leader austriaco, e certamente nessun suo Ministro avrebbe mai osato farsi fotografare a braccetto con un Ministro di Haider. L’ex cancelliere austriaco ha certamente fatto affermazioni inqualificabili ma certamente non ha mai bombardato Paesi vicini, né organizzato attacchi di terroristi suicidi – che è invece specialità del Partito libanese di Allah.

 Come sempre, per D’Alema è legittimo quel che, di volta in volta, gli fa comodo”.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email