PRODI. MALAN (FI): INDEGNO PRESIDENTE COMMISSIONE UE

“Romano Prodi ormai neppure più ricorda di essere presidente della Commissione europea e fa a tempo pieno il leader dell’Ulivo. Per questo la Commissione sta già iniziando a recuperare la grave perdita di credibilità inflittale dal professore di Bologna con la sua scorrettezza senza precedenti.

Prodi infatti, infischiandosi sia del fatto di aver avuto i voti anche dal centrodestra sia del giuramento con cui prometteva indipendenza da chiunque, ha usato la massima carica europea per dar forza alla sua battaglia estremistica contro il Governo italiano, anzi, contro l’Italia. Per fortuna dell’Europa, tra poco la Commissione tornerà ad avere in Joao Manuel Barroso un vero presidente, al quale Prodi avrebbe dovuto lasciare il proprio posto da mesi per un minimo di correttezza istituzionale. Ma all’ex presidente dell’IRI un posto fa sempre comodo e va sfruttato fino all’ultimo giorno”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email