SCUOLA. MALAN (PdL): IL ’68 È FINITO, ORA VOTI MATURITÀ TORNINO PUBBLICI

“Con le misure varate dal ministro Gelmini e dal Governo, è finito l’ideologismo e il pedagogismo che, dal ’68 in poi, hanno creato danni gravissimi alla Scuola.

Ora occorrerà introdurre meccanismi non burocratici per differenziare il trattamento degli insegnanti che lavorano bene rispetto a chi fa il contrario, poiché sono le persone, più che le leggi e le strutture, che fanno la scuola. Occorrerà anche tornare alla pubblicità dei voti dell’esame di Stato, quest’anno oscurati a causa di una stramba decisione del Garante della privacy. La chiarezza nella Scuola è anche questo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email