SINISTRA. MALAN (FI): PRODIANI VOTANO CONTRO SÉ STESSI

“Proprio mentre la ‘Lista Prodi’ usa l’Europa e il presidente della Commissione come gadget per la campagna elettorale, i suoi senatori si spaccano e in maggioranza votano contro una norma approvata dal Parlamento europeo.

L’occasione, per di più, è stato un ordine del giorno presentato questa mattina da un loro autorevole esponente, il Sen. Crema, che impegna il Governo ad operare affinché il Consiglio dei ministri europeo acceleri l’approvazione dello Statuto del deputato europeo con i relativi privilegi e immunità – come licenziato dal Parlamento di Strasburgo anche con il voto del gruppo socialista del quale i DS fanno parte. Insomma, i senatori prodiani votano contro quello che il Parlamento europeo ha deciso anche con il voto degli eurodeputati prodiani e proposto in Senato da un altro senatore prodiano”.

Una bella prova di europeismo e coerenza, indubbiamente! Forse frutto della confusione di ruoli di Romano Prodi che, da presidente della Commissione – ruolo in passato super partes – attacca in quanto leader del ‘Triciclo’ il Governo italiano e Berlusconi, dal quale pure ottenne il voto di fiducia al Parlamento europeo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email