Noi dell’Opposizione abbiamo votato contro l’aumento dell’indennità dei magistrati e, di conseguenza, dei parlamentari. La Maggioranza ha voluto votare a favore dell’aumento: se adesso ha complessi di colpa, se li risolva

Intervento in Aula sull’adeguamento ex lege dell’indennità dei senatori

Signor Presidente,

vorrei far notare che, al di là di nobili proposte di legge e generosi slanci personali, quest’Aula ha avuto l’occasione per evitare tale aumento. L’ha avuta quando si trattava di non votare l’articolo 2, comma 11, del provvedimento sull’Ordinamento giudiziario, che ha introdotto un aumento per i magistrati (8.000, per la precisione) e, conseguentemente, per i parlamentari.

Noi dell’Opposizione abbiamo votato contro l’aumento per i magistrati e, di conseguenza, contro l’aumento per i parlamentari; la Maggioranza ha voluto votare a favore dell’aumento: se adesso ha complessi di colpa, se li risolva. Noi eravamo d’accordo prima, lo siamo adesso; ma il moralismo non lo accettiamo – specie se, quando vi è l’occasione, lo si perde perché si deve ubbidire a una corporazione esterna alla quale non si ha il coraggio di dire di “no”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email