OggiNotizie. Lucio Malan: “Qual’è il vero Renzi?”

Renzi e il PD scoprono il giustizialismo. Ma il Governo continua a produrre leggi che aumentano l’incertezza del diritto

“Da vent’anni combattiamo certe degenerazioni nell’amministrazione della Giustizia da parte di una minoranza di magistrati, trovando sempre nel PD un ostacolo insormontabile a ogni positivo cambiamento. Improvvisamente, ora che Renzi e il suo Governo con la Magistratura hanno più di un grattacapo, si sono accorti che il nostro ragionamento era, invece, più che legittimo e parlano di ‘giustizialismo’. Ma proprio questo Governo ha approvato e sta portando avanti una serie di norme che – in mano, appunto, a magistrati ‘giustizialisti’ – possono rivelarsi pericolose e, comunque, portatrici di incertezza del diritto – come le vaghe e opinabili definizioni di inquinamento e disastro ambientale, oppure l’estensione infinta della prescrizione, per non parlare della legge beffa sulla responsabilità civile dei magistrati che garantisce la totale immunità anche nel caso dei peggiori comportamenti.

Qual è il vero Renzi: quello delle leggi giustizialiste o quello che denuncia il giustizialismo? Forse il suo ideale era quello del giustizialismo solo per gli altri e il garantismo per sé e per gli amici. Obiettivo non irraggiungibile se, per disgrazia dell’Italia, il referendum approverà la riforma costituzionale con la quale un solo uomo avrebbe tutto il Potere, dunque anche quello di porre fine all’autonomia della Magistratura che va, invece, difesa senza confonderla con l’assoluta impunità”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email