OMOFOBIA, MALAN (FI) CELEBRANO LA GIORNATA CON ZARIF?

“I sostenitori del Ddl Zan hanno celebrato la giornata contro l’omofobia non dicendo una parola sulla presenza a Roma del ministro degli Esteri del regime iraniano, che impone per legge la pena di morte per gli omosessuali “passivi”, 100 frustate per quelli “attivi”;, ma alla quarta volta anche loro sono impiccati. Se quello attivo non è musulmano e l’altro lo è, impiccagione al primo colpo per entrambi. Le lesbiche sono equiparate agli omosessuali “attivi”. Eppure il ministro Luigi Di Maio ha ricevuto il ministro degli Esteri iraniano. E non risulta abbia parlato di questo problema. Ma, insieme a tutto il M5S, appoggia il Ddl Zan! Io invece ho partecipato in piazza dell’Esquilino alla manifestazione contro Zarif della resistenza iraniana. Invece da Zan, da Enrico Letta e dagli altri zanisti non una parola. Temo che a loro stiano più a cuore le associazioni LGBT italiane da finanziare e mandare nelle scuole, dei ragazzi gay frustati, torturati e impiccati.”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email