Troppa continuità con il Governo precedente, scelta di opposizione di Giorgia Meloni coerente e lungimirante

Non mi sento più di sostenere questo governo, per una serie di misure e posizioni che ha assunto. Dall’assegno per i figli, bella cosa in teoria ma che in pratica per molte famiglie significherà avere ancora meno di oggi perché si privilegia il reddito di cittadinanza con le sue storture e ingiustizie, alla totale indifferenza alla questione della libertà religiosa in relazione al Ddl Zan, benché formalmente sollevata dalla Santa Sede e da due Chiese titolari di intesa, dalla gestione per nulla trasparente dell’operazione CDP – Aspi, dove anche le famiglie delle vittime di Genova sono state totalmente ignorate, alle posizioni assunte alle Nazioni Unite sul medio oriente e molto altro ancora . In sostanza è troppa la continuità con il governo giallorosso di Conte.
La scelta di opposizione presa da Giorgia Meloni con Fratelli d’Italia si è rilevata coerente e lungimirante, con il coraggio che la contraddistingue da sempre. Con loro siamo stati insieme per anni nel Popolo della Libertà. La mia adesione è pertanto convinta anche a livello internazionale, dove è sempre più difficile distinguere in concreto le posizioni del Partito Popolare Europeo da quelle della sinistra. Anche a livello europeo Giorgia Meloni guida un partito rivolto al futuro, che non dimentica i valori alla base della nostra società . Basti dire che ne fanno parte i conservatori del Regno Unito ed è in partenariato con i repubblicani americani e il Likud. Sono convinto che Fratelli d’Italia, insieme a un centro destra unito, potrà fare presto tantissimo per il bene di tutti gli italiani e sono felice di lavorare per questo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email